Arriva la primavera, cosa seminare sul terrazzo

Chi ama avere un terrazzo green sa che la primavera è il momento migliore per seminare. La scelta può essere molto varia e spesso è dettata più dall’esposizione del terrazzo che dal gusto di chi semina. Un balcone e un terrazzo ombreggiati, infatti, difficilmente possono ospitare lo stesso tipo di piante e fiori di uno molto soleggiato.

Chi decide di dedicarsi al giardinaggio in primavera può optare per tre possibilità: piante aromatiche, ortaggi e piante da fiore. Relativi gli spazi a disposizione, visto che molti ortaggi e piante possono essere cresciuti anche in piccoli vasetti o scegliendo la pratica coltivazione nei sacchi. Naturalmente, a seconda delle dimensioni del terrazzo, è possibile creare diversi angoli dedicati ad ogni genere, potendo così godere dell’area fiorita e dell’orticello. Fondamentale, infine, a seconda del tipo di pianta che si decide di coltivare, la scelta del terreno.

 

La semina in terrazzo può essere effettuata quindi scegliendo tra:

– piante aromatiche

– ortaggi

– fiori

 

Le piantine aromatiche sono molto semplici da seminare, ma è necessario fare attenzione al tipo di pianta e al relativo terreno. Pensare di poter realizzare un’unico grande vaso in cui si alternano, ad esempio, basilico, erba cipollina e rosmarino è sbagliato, perché queste piante hanno necessità differenti sia di acqua che di tipo di terriccio. Il rosmarino dovrebbe essere piantato in un terreno alcalino, disposto sopra uno strato di argilla espansa. Inoltre, la sua esposizione ideale è su un terrazzo soleggiato. Il basilico, invece, un po’ più delicato, deve essere esposto alla luce, più che al sole diretto, ossia non dovrebbe essere esposto a temperature troppo elevate.

Una piantina aromatica molto semplice da coltivare su terrazzo o balcone è l’erba cipollina. Essa, infatti, ha bisogno di molte attenzioni al momento della semina, ma poi, una volta cresciuta, si rivela molto resistente. Per questo motivo è consigliabile tenere in casa il vaso con i semi appena piantati e portarli all’esterno solo quando le piantine sono germogliate.

 

Tra gli ortaggi, quelli che maggiormente riscuotono successo in vaso sono i pomodori ciliegini che, crescendo in altezza, non occupano molto spazio. I vasi devono essere dotati di una canna, lungo la quale le piantine potranno arrampicarsi. Chi ha un balcone o un terrazzo molto soleggiato può puntare su peperoncino: si tratta di una pianta molto resistente, che non ha bisogno di cure particolari. Se invece il balcone è ombreggiato e dispone solo di poche ore di sole si può optare per le zucchine, da sistemare singolarmente, una piantina in ogni vaso. Se si hanno a disposizione vasi molto profondi, poi, si può decidere di coltivare delle patate: in questo caso è bene ricordare che le patate andranno poi cercate in profondità, all’interno del terreno.

Altre due idee per un piccolo orto sul terrazzo possono essere quelle di piantare fagioli e mais. Una pianta di fagioli può rappresentare una scelta molto utile: facile da coltivare, anche essa occupa poco spazio, crescendo soprattutto in altezza. Infine, soprattutto per quanti hanno bambini in casa, si può scegliere di piantare il mais per i pop corn, seminando proprio qualche chicco scelto all’interno di una classica scatola di pop corn.

 

Chi preferisce avere un terrazzo fiorito può scegliere tra molti differenti piante. Le primule e le violette, rappresentano i fiori primaverili per eccellenza e sono perfette per aree luminose ma non direttamente colpite dal sole. Se si è alla ricerca di piante più forti e durature nel tempo, allora si può puntare sui gerani: ne esistono di specie e colori differenti, che garantiscono la fioritura dall’inizio della primavera fino all’estate inoltrata. Ancora, si può scegliere tra le azalee, i gelsomini le ortensie e molti altri tipi di fiori: tuttavia, quasi sempre questi fiori sono difficili da seminare per cui vengono acquistati già in piantina da poter travasare e far crescere sul proprio terrazzo.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin