Se non parte il tagliaerbe…

tagliaerbe-non-parteIncomincia la primavera ed è giunto il momento di tirare fuori macchine ed attrezzi per il giardino. Guanti e stivali pronti, una bella giornata di sole, ed un prato pieno di malerbe che non chiede altro che essere tagliato per incominciare in salute la stagione di sviluppo.  C’è un problema, il tagliaerbe non parte. Cosa fare ? ecco una lista di piccoli controlli e strategie per affrontare il problema.

  • olio: controllate che ve ne sia abbastanza, estraendo l’apposito misuratore, a motore fermo. Pulite con un panno l’asticella e reinseritela dopodichè controllate il livello raggiunto. Sono di solito presenti tacche di riferimento. In caso di olio eccessivamente scuro e denso, effettuate un mini cambio d’olio, semplicemente inclinando il toserba e raccogliendo l’olio vecchio in una bacinella. Reintegrate poi con olio nuovo.
  • aria: localizzate ed aprite il filtro dell’aria, estraete dunque il materiale filtrante vero e proprio.  Scuotetelo ripulitelo dalle impurità, e poi spruzzatelo con un compressore. Se non ne avete uno soffiate molto forte. Controllate che il cavo dell’acceleratore, che agisce anche sull’apertura dell’aria, arrivi a fondo corsa permettendo alla levetta di aprire completamente il canale dell’aria. Le manopole arrugginite o il filo usurato spesso provocano solo un parziale movimento. Risolvere il problema.
  • candela: controllate in primis il contatto con la candela, deve essere ancorato saldamente e non deve essere ossidato. Nel caso lo fosse usate una spazzola di ferro per far venire alla luce il metallo sottostante. Con una chiave a tubo rimuovete la candela ed effettuate lo stesso lavoro sulla parte che genera la scintilla. Infine, nel dubbio, date un paio di martellatine alla cima dell’ugello in maniera da avvicinarlo di 1mm al centro della candela. Se avete trovato la candela sporca di carburante, significa che il motore è ingolfato. Asciugatela per bene e tirate l’accensione per almeno 4-5 volte ad aria chiusa.
  • carburante: se avete lasciato poco carburante nel serbatoio per tutto l’inverno, sarà il caso di fare un bel pieno.  Questa operazione, insieme ad un rimescolamento sommario (scuotete tutto il tagliaerbe) del mezzo, possono rimuovere eventuali sporcizie che intasano il flusso di benza al carburatore.  Controllate il carburatore seguendo le istruzioni del nostro percedente post.
  • in generale: lubrificate e ripulite tutte le parti in movimento con prodotti specifici, il nostro consiglio è di utilizzare CRC nautico. Se la macchina si accende per pochi secondi e poi si spegne controllate il tubo della benzina, ed eventualmente, una volta staccata la parte che va al carburatore, soffiate energicamente fino a far borbottare il carburante nel serbatoio, per ripulire il canale. Se dopo questi accorgimenti la macchina non parte potete portarla in assistenza, sempre che il costo della riparazione non sia vicino a quello che avete speso per il tagliaerbe. In tal caso è forse venuto il momento di comprarne uno nuovo.
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin