L’ Akadama, amica dei Bonsai

akadamaOggi parleremo di un prodotto ritenuto indispensabile per la coltivazione di bonsai; l’akadama, che tradotto letteralmente dal giapponese, significa “terreno a palle rosse”. Essa viene estratta a 3 m di profondità, nel sottosuolo delle foreste di Cryptomerie in Giappone. Dopo essere stata raccolta, viene asciugata e tagliata in diverse granulometrie. In Italia troviamo in commercio l’akadama a grossa granulometria (Ø 7-10 mm) e quella a granulometria fine (Ø 3-7 mm). L’akadama è un tipo di substrato composto da particelle minerali, con un  Ph neutro, a volte leggermente acido, compreso tra 6,5 e 6,9. Questa caratteristica lo rende un ottimo drenante per la maggior parte delle piante ornamentali. Essendo un terriccio minerale che si estrae esclusivamente in Giappone, ha dei costi relativamente elevati. Di conseguenza, viene usato soprattutto nella coltivazione dei  bonsai. Inoltre garantisce un drenaggio perfetto, evitando che i nostri preziosi bonsai siano soggetti a marciume ed asfissia radicale.Date queste importanti caratteristiche, non è raro trovare un bonsai interrato esclusivamente nell’akadama. In questi casi si usano granulometrie diverse, associate a concimi a lenta cessione. Inoltre sarà necessario provvedere a una più frequente irrigazione, anche se sarà molto facile capire quand’è il momento giusto per annaffiare; basta infatti osservare il colore dell’akadama che, perdendo umidità trattenuta, da un colore scuro tornerà a presentarsi giallognola-rossastra. Ovviamente, l’utilizzo dell’akadama come unico terriccio del bonsai, conviene nel caso in cui possediate degli esemplari particolarmente preziosi, anche (perchè no?) dal punto di vista affetivo (magari  vi è stata regalata dalla fidanzata a Natale!). Negli altri casi, sarà necessario stendere uno strato di akadama sul fondo del vaso, e poi interrare il bonsai in un comunissimo terriccio. Secondo i Nostri esperti bonsaisti, per praticare un rinvaso correttamente, è consigliabile utilizzare una bacchetta, che vi servirà a far scendere i granuli di akadama fino in fondo al vaso. Successivamente praticate con la stessa bacchetta, la livellatura del terriccio superficiale e mettete il bonsai in ombra per qualche giorno. Potete trovare il prodotto in vendita in diversi vivai specializzati, oppure, direttamente on-line da Zr-Giardinaggio,dove è possibile acquistare l’akadama  a granulometria fine.

Facebooktwitterpinterestlinkedin