4 Novembre: Giornata nazionale del Guerrilla Gardening Italiano

manifesto-guerrillagardeningIl Guerrilla Gardening in Italia è ormai un movimento affermato. Se non sapete di cosa stiamo parlando (speriamo siate in pochi) vi consigliamo di visitare il sito italiano www.guerrillagardening.it . Il 4 novembre 2011 i gruppi di guerrilla gardeners di tutta Italia hanno organizzato un attacco sincronizzato.  E’ la prima giornata nazionale del guerrilla gardening italiano.  Potete partecipare anche voi e inviare i resoconti dei vostri attacchi verdi agli organizzatori che promuoveranno le vostre imprese e presenteranno le vostre foto al termine della rassegna fotografica che si terrà dal 4 novembre al 3 dicembre presso la galleria LACCA a Milano.
Uno stralcio del comunicato: “Il giorno 4 è una data simbolica e sarà una gran prova per tutti i guerrilla gardeners d’italia.Dimostriamo all’Italia che il nostro è un movimento realmente attivo ed organizzato. L’azione sincronizzata può essere effettuata non necessariamente il giorno 4 novembre (venerdì) ad un’ora spaccata e precisa..NON andremo in diretta in mondovisione in sincrono (non ancora almeno :D) ma tutti voi GG potrete effettuare l’attacco dalla data stabilita fino al giorno 6 novembre (domenica). Dimostrare al mondo di essere un movimento con una connessione nazionale ben attiva aiuterà nuovi gruppi che si stanno formando ora e farà avvicinare TANTISSIME nuove persone al Guerrilla Gardening in Italia. Da Venerdì 4 a domenica 6 novembre, guerrilla gardeners da Trieste a Palermo, rispondete alla chiamata: FACCIAMO FIORIRE LA NOSTRA TERRA per la prima volta TUTTI INSIEME!
A suon di bombe di semi e di attacchi verdi, renderemo questo giorno la Giornata Nazionale del Guerrilla Gardening Italiano!
Documentate le vostre azioni di GG con foto e video, pubblicatele sui vostri siti e blog, sul gruppo Facebook Guerrilla Gardening All’Italiana, e non per ultimo, mandatele ad info@guerrillagardening.it: le pubblicheremo tutte sul sito nazionale, dimostrando alla nostra terra che noi ci siamo!”

Facebooktwitterpinterestlinkedin