Fiskars elicoidale, il passato ritorna

Fiskars, l’eccellente – moderna – nordica, più antica casa produttrice di accette e scuri europea, attacca il mercato con un tosaerbe elicoidale pronto a misurarsi con le nuove tendenze ecologiste e ad emissioni zero. Sembra proprio che l’azienda finlandese abbia scelto di presentare il suo nuovo tagliaerbe  a spinta in concomitanza con la crisi del petrolio in Louisiana, e siamo sicuri che sarà un successo. Per chi non lo sapesse, i tosaerba elicoidali hanno avuto un grande successo fino agli anni 80, quando il mercato è stato invaso da motori a scoppio a basso costo, trasformando una generazione di giardinieri della domenica, atletici e snelli, in una mandria di ciccioni. La tecnologia del taglio elicoidale è rimasta da allora appannaggio dei manutentori dei prati da golf, vista la superiore qualità di taglio rispetto alle lame rotanti, solitamente tramite costosissimi tosaerbe elicoidali a scoppio, inavvicinabili per il giardiniere non professionista. Ma i tempi sono cambiati, e anche i tosaerba. Il nuovo modello “millenium” di Fiskars è pieno zeppo di tecnologia e brevetti al servizio del prato. Lame disegnate per offrire la massima capacità di taglio, un sistema che distribuisce la spinta uniformemente a qualsiasi altezza ed angolazione di taglio riducendo del 30% la fatica rispetto ai tagliaerba a spinta tradizionali, e due ruotine stabilizzanti che garantiscono un taglio uniforme e pulito.  Questo giocattolino costa 240 dollari, circa 200 euro, ed è acquistabile per ora esclusivamente online per l’Italia. Qualche timido rivenditore ha un modello in esposizione e garantisce di poter ordinare direttamente dalla fiskars, ma stiamo tutti ancora aspettando l’uscita vera e propria che forse avverrà la primavera prossima nella grande distribuzione.

[youtube:http://www.youtube.com/watch?v=i0AqFL2ltjA]

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin