Conosciamo la Bouganville (Bougainvillea) e scopriamo come si coltiva

Importata in Europa nel 1700, la Bouganville è un robusto rampicantecon rami spinosi originario dei Paesi del Sud America, più in particolare dal Brasile. Le sue foglie sempreverdi sono ovali, a volte a forma di cuore, e di colore verde chiaro. I fiori sono minuscoli, dalla tonalità crema o bianchi avvolti da brattee, foglie molto sottili, dai colori vistosi: rosso, fucsia, rosa, arancio, lilla. Sono le brattee a rendere questo arbusto una pianta ad alto valore decorativo nei giardini e, limitatamente, negli appartamenti.


I semi della bouganville sono racchiusi in baccelli e a maturazione sono tondeggianti dal colore nero con superficie rugosa. E’ possibile riprodurre la bouganville tramite seminatura, ma la moltiplicazione delle piante può avvenire anche per talea nei periodi estivi o per margotta nei periodi invernali. In entrambi i casi le piantine che hanno sviluppato le radici devono essere trapiantate in terreno soffice e permeabile composto da sabbia e torba mantenendo una temperatura superiore ai 18°C in ambiente umido. Le radici devono essere maneggiate con cura poiché molto delicate.La bouganville è una pianta che cresce rapidamente ed è facile da coltivare: ama il clima caldo e il sole, d’estate va abbondantemente innaffiata mentre in inverno la pianta deve essere accuratamente protetta, soprattutto se in zone del Nord con temperature rigide. La fioritura è prolungata dall’estate ai primi geli.La bouganville, essendo un rampicante, è particolarmente indicata per ricoprire muri, pergolati e cancellate ma possono comunque essere mantenute in forma arbustiva con l’aiuto delle potature.La potatura è programmabile in due fasi dell’anno e deve essere energica in febbraio diradando e accorciando i rami, mentre nel periodo estivo è consigliato cimare i germogli per favorire la fioritura e la sua crescita. Nelle zone calde, in particolare lungo le coste che si affacciano sul Mediterraneo, è sufficiente una semplice cimatura. La concimazione delle piante in esterno può essere effettuata in autunno utilizzando sia concime organico in polvere che letame. Se la pianta è in appartamento o riparata sul terrazzo la concimazione è consigliata con concime per fiori, sciolto in acqua, ogni 15 giorni.Oltre alle condizioni climatiche, anche afidi e cocciniglie possono minare la salute delle Bouganville che pertanto devono essere trattate con particolari interventi.Le specie di Bouganville sono molte ma quelle maggiormente coltivate sono la Bouganville Glabra, i cui rami possono raggiungere la lunghezza di 8 metri ed è particolarmente indicata per la coltivazione in vaso, e la Bouganville Spectabilis.CURIOSITA’: La Bouganville prende il suo nome dal colui che scoprì i primi esemplari, ossia Louis Antoine de Bougainville, mentre nel linguaggio dei fiori significa “Benvenuto”.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin