La semina dell’Acero Tridente (Acer Buergerianum)

L’Acero Tridente (Acer Buergerianum) è uno degli alberi più diffusi. La grande robustezza della pianta, la capacità di sopportare tranquillamente l’inquinamento e le potature anche drastiche, così come la veloce cicatrizzazione sono solo alcune delle qualità che lo rendono adatto a qualsiasi pollice verde, incluso quello del principiante.

L’Acero Tridente è perfetto anche per il bonsaista principiante che si voglia approcciare alla coltivazione del suo primo bonsai, persino molto facilmente, dal seme.Questa specie originaria dell’Est della Cina, esibisce delle foglie palmate con tre lobi di una lunghezza di circa 3-8 centimetri e di una larghezza di 4-8 centimetri. Di colore verde scuro, diventano rosse nel corso della stagione autunnale, offrendo un notevole spettacolo visivo. I fiori, che si esprimono in grappoli conici, sono color giallo-verde.Altra apprezzata caratteristica della pianta è la facilità di propagazione.

METODI DI COLTIVAZIONE DELL’ACERO TRIDENTE

È possibile propagare la piante in tre modi diversi: per seme, e meno di frequente per talea o per margotta.

La propagazione per seme è molto semplice. Semi di Acero Tridente, selezionati per la germinazione, possono essere acquistati in negozi di settore, oppure, trovando la pianta adatta, possono essere raccolti in autunno; andranno poi ripuliti, seccati e conservati in un luogo asciutto, possibilmente lontano da qualsiasi fonte di umidità che potrebbe stimolare la germogliazione precoce del seme o comprometterne lo sviluppo. La stratificazione a freddo va effettuata a marzo, ponendo i semi per circa una settimana in un letto di sabbia umida. A questa fase segue quella della separazione dei semi vivi da quelli che non germoglieranno. Immergendo i semi nell’acqua per ventiquattro ore, si osserverà che alcuni tenderanno a rimanere a galla. Questi, non essendo adatti alla semina, andranno eliminati. Effettuata la cernita dei semi sani, si potranno a questo punto porre a dimora in un substrato di torba e sabbia.  La germinazione dovrebbe avvenire in circa 30 giorni.

COME REALIZZARE UNA TALEA DI ACERO TRIDENTE

Le talee invece vanno prelevate a giugno, utilizzando i rami derivati dalla potatura stagionale. Si consiglia di usare dell’ormone radicale per talee prima di inserire la talea  nel terreno. Per piantare le talee, utilizzate un substrato preferibilmente composto da parti uguali di torba e sabbia silicea.

RIPRODUZIONE DELL’ACERO TRAMITE MARGOTTA

La propagazione per margotta va effettuata preferibilmente nel periodo fra la fine di maggio e le prime settimane di giugno. Meglio evitare l’operazione durante i mesi d’estate inoltrata. Vanno effettuati due tagli nella parte del tronco dove si desidera stimolare la crescita delle radici. I tagli vanno poi ricoperti con della torba per margotta (composta di torba e sfagno) il tutto bagnato con ormoni. Ricoperta la zona con della plastica, quando inizieranno – solitamente dopo sole poche settimane – a comparire le prime radici si potrà procedere tranquillamente alla separazione dalla pianta madre.

ACCORGIMENTI e CURE PER IL GIOVANE ALBERO

L’Acero Tridente necessita di abbondante luce e acqua. Attenzione però a evitare i ristagni che possono risultare altamente dannosi per le radici, compromettendone la crescita. Nelle zone più fredde, bisogna fare attenzione a non esporre le radici al rischio di congelamento. Essendo una pianta molto robusta si adatta a qualsiasi tipo di terriccio, anche se potrebbe soffrire quelli troppo alcalini.

 

Facebooktwitterpinterestlinkedin