Coltivare la Melanzana (in vaso e sul balcone) dal seme

Il termine scientifico della melanzana è Solanum Melongena L., appartenente alla famiglia delle Solanaceae. E’ una pianta erbacea la cui grandezza può variare da una trentina di centimetri a un massimo di un metro. Produce fiori violacei o bianchi da cui nascono i frutti che sono caratterizzati da una forma allungata o rotonda, dalla consistenza carnosa e dal colore che varia dal viola scuro al lilla; esiste una varietà rossa che assomiglia molto al pomodoro. L’origine della pianta probabilmente è orientale (India e Cina); gli arabi la diffusero in occidente.

COME COLTIVARE LA MELANZANA DAL SEME

E’ possibile la coltivazione delle melanzane anche in vaso partendo dai semi. Tenendo conto della lunghezza delle radici delle piante è necessario posizionarle dopo la germogliazione in vasi con un diametro di 40-50 centimetri, con un’altezza proporzionata.

La temperatura ideale per la semina è di 15-17 gradi; i semi devono essere posti a distanza regolare in un vassoio riscaldato al riparo da agenti atmosferici; l’ideale è lasciare i semi in un panno umido qualche giorno prima dell’operazione. La temperatura che permette la crescita ottimale della melanzana non scende sotto i quindici gradi e preferibilmente non supera i ventisei.
Può essere utile applicare la tecnica della scarificazione per favorire la germinazione; essa consiste nel passare il seme con della carta vetrata immergendolo poi nell’acqua.

Un altro passaggio per favorire la crescita delle piantine dal seme può essere la stratificazione, ossia la disposizione dei semi in strati su un substrato soffice e umido (torba e sabbia principalmente) che dev’essere mantenuto a temperatura e umidità costante.
Il terriccio deve essere mantenuto umido. Il più idoneo per la semina è quello per ortaggi, arricchito con della pomice; si può aggiungere anche dello stallatico o del fertilizzante nel caso il terriccio non abbia già del materiale organico al suo interno.

I tempi di germinazione del seme vanno dai 10 ai 12 giorni.

CURE POST GERMINAZIONE

Una volta trapiantate le piantine in vasi più grandi è necessario annaffiarle regolarmente; quando la pianta raggiunge i trenta centimetri si consiglia di tagliare la parte superiore per favorire la ramificazione. La pianta va legata a un sostegno se è molto alta, vanno tolte le foglie vecchie e i frutti che non crescono bene.
Se la semina avviene in marzo le melanzane nasceranno indicativamente da luglio fino ad ottobre; sono pronte per essere raccolte quando raggiungono la grandezza minima di quindici centimetri; si possono staccare con l’uso di un coltello ben affilato.

AGENTI DANNOSI PER LA MELANZANA

Le piante di melanzana possono presentare afidi o ragnetti rossi che possono essere eliminati con la vaporizzazione di acqua e sapone sulle foglie, successivamente lavate. Se invece le melanzane crescono avvizzite può esser dovuto a eccessive annaffiature dopo un periodo di siccità.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin