Quanto dura la batteria ?

durata batteria litio motosegaOrmai le pubblicità di motoseghe elettriche sono dovunque (dovremmo chiamarle elettroseghe). Tutto ci raccontano di questi nuovi e rivoluzionari oggetti tranne che la durata reale della batteria. Nessun problema, ve lo diciamo noi. Abbiamo provato a freddo, cioè nuove di pacca e con batteria piena sia il modello MSA 160 C-BQ di STIHL che il modello CST 2018 Li di Gardena. Premettiamo che si tratta di due motoseghe con un target, ed un prezzo, molto diversi. Il primo mira ad un pubblico esigente, semiprofessionale, e con il portafoglio pieno ( €630 ), mentre il secondo si rivolge al potatore occasionale magari con un piccolo giardino con un paio di alberi a cui stare dietro (€ 210). Entrambe le motoseghe hanno batterie agli ioni di litio. Ecco i risultati.
Con la motosega stihl siamo riusciti a tagliare 90 tronchi di Tiglio da circa 12cm prima di dover sostituire la batteria. Il legno di tiglio ha una durezza media e possiamo ipotizzare che con il numero di tagli effettivi potrebbe avvicinarsi ai 120 su legno di abete e a 40-50 su legno di Olivo dello stesso diametro. Un risultato di tutto rispetto che conferma la nostra fiducia nell’azienda. La nostra sensazione e’ che la batteria si consumi in maniera più efficiente quando i tagli sono a velocità costante su legna di piccolo diametro, mentre le potature di grossi tronchi che richiedono cambi di posizione, inclinazione della lama e potenza diversa a seconda dei momenti, sembrano ciucciare più carica. Ma passiamo a Gardena.
Con questo attrezzo abbiamo tagliato 40 tronchi, sempre tiglio, sempre12cm. Facendo le solite equivalenze a spanne, possiamo aggirarci sui 60 tagli su legno di abete e forse 25 su legno di olivo. Anche questo risultato e’ soddisfacente e ci conferma che, in alcuni casi, scegliere l’elettrico e’ possibile. Resta da chiarire se le performance delle motoseghe con batterie e meccanica nuove resteranno inalterate nel tempo o, come siamo abituati sui computer portatili, la durata della batteria sia inevitabilmente destinata a diminuire nell’arco del primo anno di vita di questi comodi attrezzi. In entrambi i casi sentiamo di poter dire che intravediamo non molto lontano il momento in cui questi gioiellini elettrici saranno in grado di sostituire completamente le loro sorelle a miscela, ma ahimè manca ancora qualche annetto.

Facebooktwitterpinterestlinkedin