Inutile invenzione

C’e un momento nella vita di ogni azienda in cui qualcuno propone di smettere di fare ciò che si sa fare bene, per inventarsi un inutile gingillo per raccattare qualche euro in più, vanificando anni di credibilità guadagnata sui mercati di tutto il mondo. Per fortuna di solito si sceglie di evitare di percorrere questa strada. Briggs & Stratton invece ha deciso di propinarci questo ingegnoso quanto inutile pezzo di plastica da applicare ai nostri tosaerba. Secondo l’azienda, questo mini computer dovrebbe segnalare, tenendo conto del tempo d’esercizio del tosaerba, quando e’ ora di cambiare olio, candela, filtro aria e soprattutto quando e’ ora di recarsi in un centro di manutenzione convenzionato. Simili segnalatori sono presenti anche sulla gran parte dei cruscotti delle  automobili e ognuno di noi puo’ facilmente intuire quale sia il subdolo scopo di allarmare inutilmente con una spia luminosa su fantomatici controlli periodici. Non riusciamo a capire se B&S desideri guadagnare dalla vendita del famigerato oggettino ( denominato “Service Expert” circa 13€ ), o guadagnare dall’inutile mole di assistenza certificata su macchine che ogni meccanico della domenica saprebbe riparare con un paio di chiavi inglesi, ma una cosa e’ certa, questo prodotto parte proprio con il piede sbagliato. Per prima cosa ci sembra già alquanto balzano inserire un display LCD su una macchina da giardino, con una vita stimata di qualche giorno prima di essere spaccato dal manico di un badile, o bruciato per essere rimasto sotto il sole un intero pomeriggio. Secondo, questo oggetto dovrebbe essere in grado di percepire per quanto tempo ho lasciato acceso il motore, grazie alla sua capacita’ di percepire le vibrazioni. Personalmente, facendo il giardiniere, trasporto a volte anche per ore i tosaerbe nel retro di un furgone e mi chiedo se questo oggetto sara’ in grado di distinguere tra le vibrazioni emesse dal suo stesso motore o da quello del mio mezzo di trasporto. Ultimo, non conoscendo le ore di lavoro precedenti, il tipo e la quantità’ di olio utilizzato e numerosissime altre variabili, il famigerato supercomputer dovrebbe consigliarmi quando effettuare la manutenzione. Non ha senso. Se dovessi ricevere, anche gratuitamente, uno di questi barlafus, l’unico luogo del mio tosaerbe dove lo farei avvicinare sarebbero le lame rotanti per vederlo scomparire in mille pezzi sotto la forza costante, ineccepibile, rassicurante, prodotta dal mio eccellente motore Briggs & Stratton.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin