Mai più canne ingarbugliate!

avvolgituboAvete un giardino con piante e fiori? Tutti sappiamo che richiede molte cure: bisogna eliminare le erbacce, potare le piante, provvedere alle concimazioni e ai trattamenti antiparassitari, in estate poi si aggiunge l’incombenza di annaffiare quotidianamente. Per questo, o avete fatto installare un impianto di irrigazione interrato, oppure tutte le sere vi ritrovate alle prese con il tubo per l’acqua. Ci sono i giardinieri fai da te pigri che collegano il tubo al rubinetto esterno, lo srotolano nella sua interezza e poi lo lasciano per tutta estate come un lunghissimo serpente a far parte dell’arredo da giardino, ma lasciandolo sempre esposto al sole è facile che si danneggi: si possono formare delle screpolature e dei tagli nella gomma e trasformarlo in un vero colabrodo. Ci sono poi i giardinieri ordinati che ogni sera prendono dal capanno degli attrezzi il loro tubo dell’acqua ben avvolto su se stesso, lo srotolano, lo collegano al rubinetto, aprono l’acqua e iniziano la loro lotta contro tutti gli ostacoli raso terra che bloccano l’avanzata della canna dell’acqua. Al termine dell’opera di irrigazione procedono al riavvolgimento dopo aver scollegato il tutto dal rubinetto, quindi ogni cosa torna al suo posto in garage, in cantina o nel capanno. Il risultato di tale comportamento è una perdita di circa mezz’ora in più rispetto al normale tempo di innaffiatura. Che il giardinaggio sia una passione non vi è dubbio, ma che vi imponga delle fatiche e delle arrabbiature inutili, questo si può evitare, almeno per quel che riguarda la procedura di irrigazione. Come fare?

Semplice, basta dotarsi di attrezzi utili e funzionali, come ad esempio il carrello avvolgitubo, la cui praticità rende più piacevole e veloce l’annaffiatura serale dell’angolo verde di casa. Il carrello avvolgitubo, come è facilmente intuibile dal nome, è dotato di due robuste ruote e di un supporto in acciaio che gli permette di rimanere eretto;  grazie alla presenza delle ruote è facilmente trasportabile, anche perché è fornito di un lungo manico che evita anche di abbassarsi. In pratica è come se ci si stesse spostando con un trolley al seguito! Tale attrezzo è venduto unitamente al tubo dell’acqua che troviamo già avvolto attorno a una ruota munita di guida che rende semplicissimo l’avvolgimento e lo svolgimento. I carrelli avvolgitubo sono pensati per facilitare le operazioni di annaffiatura di giardini piuttosto grandi, quindi i tubi forniti hanno lunghezza minima di una decina di metri.

Di solito sono in vendita anche con lo speciale raccordo da collegare al rubinetto e con alcuni altri per ottenere diversi tipi di getto d’acqua, dalla pioggia allo spruzzo. A questo punto immaginate di voler innaffiare il giardino. Prendete il vostro carrello senza alcuna fatica e lo posizionate accanto al rubinetto per collegarlo, dopodiché afferrate il capo del tubo (scegliendo quale raccordo inserire), aprite l’acqua e vi dirigete verso la zona da irrigare. Il tubo vi seguirà facilmente, non dovrete tirare e disincagliare, quindi una volta terminato basterà riavvolgerlo sulla sua guida usando una sorta di manovella che renderà l’operazione veloce e piacevole. Veramente un’altra vita in giardino!

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin