Piante da interno: quelle che fanno bene a corpo e mente.

Tenere alcune piante nel proprio appartamento è sicuramente una gioia per gli occhi e un modo per completare l’arredamento e la decorazione della casa. Prendersene cura può essere un ottimo modo per rilassarsi o coltivare i propri hobby, concedendosi un momento per sé stessi ogni giorno. Ma una pianta in casa può fare anche molto di più! Infatti ci sono diversi tipi di piante da interno, come dimostra la ricerca di Shopalike, che possono portare giovamento sia al corpo che alla mente. Scopriamo allora quali sono e come prendersene cura.

Giglio della Pace

Tra le piante da interno più utili per il corpo, troviamo sicuramente il giglio della pace o spatifillo. Esso infatti è tra i migliori purificatori d’aria tra le numerose piante da interno. Inoltre elimina molte delle tossine presenti comunemente all’interno degli appartamenti, come la formaldeide o l’ammoniaca. Lo spatifillo è una pianta molto decorativa, che presenta, con le giuste cure, stupendi fiori bianchi da febbraio a ottobre. La temperatura più adatta per la sua coltivazione è tra i 21 e i 23 gradi. Necessita di un ambiente umido, dunque sarà utile nebulizzare di tanto in tanto acqua sulle foglie e fare attenzione a che l’aria non diventi troppo secca in casa, soprattutto quando si tengono accesi i riscaldamenti. L’innaffiatura deve essere moderata e va effettuata solo quando la terra è del tutto asciutta.

Aloe

Tra le piante da interno che si prestano a diversi usi, spicca sicuramente l’aloe. Essa infatti è un ottimo purificatore d’aria, ma può essere anche utile per la cura della persona. Il gel contenuto nelle sue grandi foglie è infatti ricco di proprietà benefiche e con esso si possono preparare dei semplici ma efficaci cosmetici in casa. Si può utilizzare come idratante leggero per le pelli grasse, come maschera per capelli, come unguento per le lievi scottature, anche quelle causate dal sole in estate. La sua manutenzione è inoltre abbastanza semplice. Non ha bisogno di potatura e va innaffiata un paio di volte al mese. Bisogna però fare attenzione all’umidità: l’aloe preferisce ambienti secchi e non sopporta i ristagni d’acqua: non utilizzate dunque i sottovasi.

Edera

L’edera, tra le piante da interno, è il miglior filtro naturale per l’aria, in accordo con alcuni studi della Nasa. Essa riesce ad eliminare le impurità dall’aria, persino spore di muffe, dando così un valido aiuto a tutti coloro che soffrono d’asma. Inoltre, l’edera è estremamente decorativa. Essendo una pianta rampicante si dovranno predisporre dei sostegni per la sua crescita, oppure si potrà appendere il vaso in alto, creando così una cascata rigogliosa e sempreverde. L’edera è una pianta molto resistente e rustica: non necessita di particolari cure. Dovrà semplicemente essere innaffiata regolarmente, senza però creare ristagni idrici, e dovrà essere tenuta in un ambiente abbastanza umido.

Lavanda

La lavanda può essere una tra le piante da interno più utili per la mente, grazie al suo intenso profumo. Esso infatti può aiutare a calmare il pianto dei bambini e aiuta a dormire più profondamente, favorendo il rilassamento e alleviando l’ansia. La lavanda però è una pianta non semplicissima da tenere in casa. È consigliata dunque ai più esperti. Importantissimo è scegliere un vaso grande e fare molta attenzione all’irrigazione. Tra una innaffiatura e l’altra il terriccio deve asciugare del tutto. Importante è anche una buona circolazione dell’aria: la lavanda deve essere posizionata in luoghi ben ventilati.

Gardenia

La gardenia è un’altra tra le piante da interno utili per il suo intenso profumo. È stato dimostrato infatti che quest’ultimo è efficace quanto il Valium nell’alleviare l’ansia e nel facilitare il sonno. La gardenia è un’ottima pianta domestica, perché non sopporta temperature eccessivamente basse e non necessita di luoghi soleggiati. Ha bisogno però di un terreno acido, di irrigazioni frequenti e di fertilizzazioni regolari.

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin