Elementi nutritivi presenti nel terreno: i microelementi

I microelementi, come i macroelementi, sono essenziali per la vita delle piante. Tuttavia non vengono assorbiti dalle piante in grandi quantità. Una loro eventuale carenza o eccesso nel terreno, provoca alcuni sintomi specifici.


1. Ferro (Fe): descrizione Carenza ferro: sintomi/patologie Eccesso ferro: sintomi/patologie

Questo microelemento serve alla pianta per costruire alcune molecole di cruciale importanza. Tra queste la clorofilla, la cui costruzione è possibile anche grazie all’azoto e al magnesio. Purtroppo, il ferro è difficilmente disponibile per le piante in natura, tanto che i sintomi derivati da una sua carenza, sono piuttosto diffusi.  Infatti, la solubilità del ferro varia a seconda dell’acidità (pH) del terreno; terreni basici e/o calcarei potrebbero determinare carenze di tale microelemento. In particolare, è probabile che piante acidofile messe a dimora in suoli neutri o basici, riscontrino carenze di ferro. Inoltre, l’eccesso di altri elementi, tra cui l’alluminio, può rendere ulteriormente difficoltoso l’assorbimento di ferro in tutte le piante.  Gli amanti delle ortensie, sanno che l’azzurro intenso dei fiori di ortensie deriva dalla somministrazione di prodotti specifici “azzurranti” che contengono in proporzioni idonee quantità di ferro, alluminio e altri microelementi.

Clorosi fogliare che comincia sulle nervature delle foglie più giovani e poi si estende a tutta la chioma (VEDI FOTO). Fitossicità che determina morte della pianta dopo suo avvizzimento
Gli steli sono corti e deboli
2. Manganese (Mn): descrizione Carenza manganese: sintomi/patologie Eccesso manganese: sintomi/patologie

E’ importante perchè collabora alla trasformazione dell’anidride carbonica in zuccheri. Può essere assorbito dalla pianta con difficoltà nei terreni basici ed eccessivamente sabbiosi.

Clorosi a “mosaico” (a chiazze o striature) e presenza punti necrotici sulla lamina fogliare (VEDI FOTO). Non si registrano fenomeni significativi.
3. Zinco (Zn): descrizione Carenza zinco: sintomi/patologie Eccesso zinco: sintomi/patologie

Lo zinco svolge parecchie funzioni metaboliche; sintetizza le auxine, ormoni responsabili dello sviluppo vegetale. Nei terreni di tipo basico, si possono verificare carenze di zinco. Inoltre l’eccesso di fosforo può renderlo insolubile e, di conseguenza, non assorbibile dalle piante.

Diffusione piccole aree necrotiche che comincia dalle zone internodali, con una sintomatologia più evidente sulle foglie vecchie (VEDI FOTO). Non si registrano fenomeni significativi.
Clorosi sulle nervature foglie vecchie, particolarmente evidente sulle piante di pesco.
Deformazione margine fogliare.
Internodi generalmente più corti.
Crescita rallentata.
Apici diventano simili a rose, sintomatologia tipica di pero e melo.
4. Rame (Cu): descrizione Carenza rame: sintomi/patologie Eccesso rame: sintomi/patologie
Elemento importante per la fotosintesi e la respirazione degli organismi vegetali. In natura è facilmente disponibile; è piuttosto raro che si determini una sua carenza. Possono capitare in conseguenza di eccessiva somministrazione di fosforo. Appassimento apici vegetativi/foglie più giovani (VEDI FOTO). Fitotossicità che determina morte della pianta dopo avvizzimento.
Foglie diventano verde scuro, in particolare quelle più giovani.
Arrotolamento e contorcimento foglie.
Aree necrotiche.
Raramente, la corteccia presenta lacerazioni e produce sostanze gommose.
La pianta è in generale molto sofferente.
5. Boro (B): descrizione Carenza boro: sintomi/patologie Eccesso boro: sintomi/patologie
E’ l’unico elemento di cui non si è compresa a fondo la funzione. Dato certo è la sua importanza per la crescita della pianta; per qualcuno stabilizza altri elementi.  Per altri, sarebbe responsabile, insieme ad altri elementi della formazione di radici, fiori e frutti. Il boro si trova in proporzioni molto esigue nei terreni. Pare che la sua disponibiltà venga ostacolata da eccessi di calcio. In ogni modo, le carenze di boro sono un fenomeno piuttosto raro. Foglie giovani dopo aver assunto una colorazione verde tenue, cadono precocemente (VEDI FOTO). Non si registrano fenomeni significativi.
Apici vegetativi diventano necrotici e molli.
Le gemme arrestano il proprio sviluppo.
6. Molibdeno (Mo): descrizione Carenza molibdeno: sintomi/patologie Eccesso molibdeno: sintomi/patologie

E’ necessario per la crescita e lo sviluppo delle piante. E’ l’elemento che in assoluto si trova in quantità minori nel terreno. Le uniche piante che utilizzano porzioni relativamente significative di molibdeno sono le leguminose.

Clorosi diffusa (VEDI FOTO), Non si registrano fenomeni significativi.
Foglie appassiscono e si deformano.
Foglie assumono colorazione bronzea (VEDI FOTO).
Pianta di dimensioni ridotte.
Necrosi finale.
7. Cloro (Cl): descrizione Carenza cloro: sintomi/patologie. Eccesso cloro: sintomi/patologie.
Avendo una carica negativa, serve come controparte nelle interazioni elettriche con il potassio ( a carica positiva). E’ quasi sempre abbondante nei terreni. Clorosi diffusa. Molto abbondante nei suoli salini; provoca la morte delle piante che non amano il sale (alofobe).
Appassimento foglie.
Foglie assumono colorazione bronzea (VEDI FOTO).
Necrosi finale.
Clorosi ferro
Carenza manganese
Carenza zinco
Carenza rame
Carenza boro
Clorosi molibdeno
Carenza cloro
Facebooktwitterpinterestlinkedin